Settimana della legalità: 14 marzo

Martedì 14 marzo incontro con Don Carmine Schiavone dal titolo “Impegno e testimonianza di cambiamento”.

Martedì 14 marzo, nella sala 23 settembre dell’I.C. “Giancarlo Siani”,un’affollata platea di studenti e docenti ha avuto il privilegio di ascoltare dalla voce di Don Carmine Schiavone, direttore della Caritas di Aversa, una toccante testimonianza su come si può cambiare per Amore della propria terra e della legalità.

Don Carmine ha parlato della sua vita, della sua scelta di essere prete,  del peso che ancora oggi ha il suo nome, essendo figlio di un camorrista, e del fratello detenuto nel carcere di Poggioreale;ha posto soprattutto l’accento sul momento in cui ebbe la consapevolezza di quanto poco valesse la vita di un camorrista, subito dopo l’uccisione del padre.

Tutti hanno ascoltato in silenzio la testimonianza di Don Carmine e il suo parlare a cuore aperto, dai beni che a lui e alla sua famiglia venivano donati, per il timore o il rispetto portato al padre camorrista, al grande coraggio della mamma che, subito dopo l’omicidio del marito, dichiarò apertamente che non voleva più saperne di vivere nell’illegalità.

Questo l’esempio  dato al figlio Carmine, allora adolescente, di come si può e si deve avere la forza di rinnegare ciò che non corrisponde ai veri valori della vita.

“La camorra ti offre tutto e subito, ma toglie la libertà e spesso anche la vita” queste parole Don Carmine le ha ripetute più volte agli alunni per una presa di coscienza nei confronti di un mondo che è legato solo ai beni materiali e al potere.

La testimonianza di Don Carmine è stata arricchita da quella di Senà, giovane ragazzo di colore,che ha parlato degli sbarchi dei clandestini, e delle speranze che accompagnano coloro che lasciano il loro Paese e non possono tornare indietro perché pagherebbero con la vita questa scelta.

Toccante la conclusione del suo intervento in cui Senà ha invitato gli alunni a combattere ogni forma di discriminazioneorientando la nostra vita verso un cammino di legalità.

 

                                                                         Referenti per la legalità scuola secondaria

Prof.sseCacciapuoti Rossella e Miraglia M.Rosaria

Galleria Foto